Paestum ( Paistos, Paiston, Posidonia, Pesto ) è a sud di Salerno e fu uno dei centri principali della Magna Grecia. Intorno al 600 a.C., coloni greci provenienti da Sibari fondarono una città chiamata Posidonia, ed edificarono il grande santuario di Era, presso la foce del fiume Sele


I greci, spinti dalla ristrettezza del loro suolo fondarono delle colonie lungo le coste dell'Asia Minoree del Mediterraneo. Le colonie lungo le coste dell'Italia meridionale come Sibari , Agrigento Velia e Paestum , designate come ' Magna Graecia '. Verso la metà del settimo secolo a. C. la città di Sibari , per estendere la sua influenza politica e commerciale sul versante tirrenico dell'Italia Meridionale , fondò degli insediamenti commerciali sul Mar Tirreno .
Tra questi il più a nord era alla foce del fiume Sele e lo potenziarono con la costruzione di un santuario in onore di Hera. Nei dintorni vi erano piccoli nuclei abitati e con lo sviluppo economico dovuto al commercio di Sibari , si potenziò quello che era in una posizione migliore e si formò una ittà che i Greci chiamarono Poseidonia, Paistom in periodo lucano e Paestum in età romana .
Il graduale abbandono da parte degli abitanti e lo straripamento del fiume Salso ( Capodifiume) , che lambiva la città, forse accoppiato ad un bradisismo, contribuirono al degrado della città, e l'aqua del fiume trasformò Paestum in una palude. I segni del suo lento declino sono evidenti ed irreversibili nel corso dei secoli IV e V , quando il centro abitato, si concentrò intorno all'antico Athenaion, poi gli ultimi abitanti di Paestum, per sfuggire alla malaria ( IX secolo) e alle incursioni dei saraceni, si ifugiarono sulle colline vicine, fondandovi Capaccio Vecchio (da " caput aquae " cioè " sorgente del fiume "). Nel 1752, re Carlo III di Borbone fece costruire la strada verso il Sud ( l'attuale Statale 18 ), attraversante la stessa città antica, e si riscoprirono i templi e le rovine di Paestum.

 


Paestum (Paistos, Paiston, Posidonia, Pesto) is south of Salerno and was one of the main centers of Magna Graecia. Around 600 BC, Greek colonists from Sibari founded a city called Posidonia, and built the great sanctuary of Hera, near the mouth of the Sele river.


The Greeks, pushed by the narrowness of their ground they founded some colonies along the coasts of Small Asia and the Mediterranean. The colonies along the coasts of southern Italy as Sibari, Agrigento Velia and Paestum, designate as 'Magna Graecia'. Toward middle of the 7th century a. C. the city of Sibari, to extend his political and commercial influence on the coast of Tyrrhenian Sea of Southern Italy, founded some of its trading station on the coast of Tyrrhenian Sea. The most northern was at the mouth of the Sele river and it was made more important by the construction of a sanctuary in honour of Hera. Economic development of Sybarite trade, was the cause the increased power of one of these small centres, that of one was most favoured by its geophysical position. The Greek called this city Poseidonia, later Paistom during the Lucanian period and Paestum in Roman times. The gradual abandonment from the inhabitants and the overflow of the Salso river (Capodifiume), perhaps joined to a bradisismo, that licked up the city , they contributed to the degradation of the city, and the aqua of the river transformed Paestum in a swamp. The signs of its slow decline are evident and irreversible during the centuries IV and V, when the inhabited center, was assembled around the ancient Athenaion, then the last inhabitants of Paestum, to escape the malaria (IX century) and to the raids of the Saracens, they were sheltered on the near hills, founding Capaccio Vecchio ( from caput aquaee that is source of the river ). In 1752, king Carlo III of Borbone made to construct to the road towards the South (the actual National 18), crossing the same ancient city, and the temples and the ruins of Paestum were rediscovered.






















Il Tempio di Nettuno o Tempio di Poseidone è il tempio più grande dell'antica Poseidonia Paestum

Photo Gallery Paestum Paistos - Scavi Templi - Tomba del Tuffatore - Sacello Sacellum - Anfiteatro

Ingresso Anfiteatro Paestum

Scavi Paestum Paistos. Tempio Italico ' Bona Mens ', costruito intorno al 273 a.C.', Via Sacra lunga circa 9 chilometri. la Via Sacra univa la città di Poseidonia al più antico tempio di Hera, edificato nei pressi del fiume Sele., situato in origine alla foce del fiume Sele. Il santuario è ora a circa 1,5 km dal mare, per il deposito dei terreni alluvionali portati dal fiume Sele..  L'anfiteatro della Paestum romana fu costruito intorno al 50 a.C.  Casa con impluvio. L'Ekklesiasterion o Bouleutèrion, monumento fondamentale dell'agora. Si tratta di un edificio di forma circolare con gradinate concentriche, tagliate direttamente nel banco roccioso e poi rivestite di blocchi. La struttura è datata al 480/470 a.C.

"Excavations Paestum Paistos". Italic Temple 'Bona Mens', built around 273 BC,' Via Sacra about 9 km long. the Via Sacra linked the city of Poseidonia to the oldest temple of Hera, built near the Sele river, originally located at the mouth of the Sele river. The sanctuary is now about 1.5 km from the sea, for the storage of alluvial soils brought by the river Sele. The Roman Paestum amphitheater was built around 50 BC. House with impluvium. The Ekklesiasterion or Bouleutèrion, fundamental monument of the agora. It is a circular building with concentric steps, cut directly into the rocky bank and then covered with blocks. The structure is dated back to 480/470 b.C.

Tomba del Tuffatore Paestum


La  Tomba detta del Tuffatore , trovata nel 1968, illustra la pittura greca verso il 480 a.C. I pezzi di inestimabile valore storico e artistico sono conservati nel museo. 
Sacello (Heroon) a Paestum, è un piccolo edificio sotterraneo greco del VI-V sec a.c. Il Foro fu costruito dopo il 273 a.C., nella parte meridionale, che era stata l'antica agora; era il centro politico, religioso e sociale.   Nel 273 a. C., Paestum subì numerose trasformazioni urbanistiche, abitazioni del periodo romano, Casa con " impluvio in marmo ".  Il Foro, ImIl Foro fu costruito dopo il 273 a.C., nella parte meridionale, che era stata l'antica agora; era il centro politico, religioso e socialepluvium. 

The Tuffatore tomb, found in 1968, illustrates Greek painting around 480 BC. The pieces of inestimable historical and artistic value are preserved in the museum. Sacello (Heroon) in Paestum, is a small underground Greek building from the 6th-5th century BC. The Forum was built after 273 BC, in the southern part, which had been the ancient agora; it was the political, religious and social center. In 273 a. C., Paestum underwent numerous urban changes, houses from the Roman period, house with "marble impluvium". Il Foro, ImIl Foro was built after 273 BC, in the southern part, which had been the ancient agora; it was the political, religious and social center pluvium.

Paestum Tempio di Nettuno

Il Tempio di Atena o tempio di Cerere (circa 500 a.C.), costruito circa cinquant'anni prima del Tempio di Nettuno è costituito da tredici colonne sui lati lunghi e sei sui brevi, con ampio portico antistante la cella . Il Tempio di Nettuno o Poseidone (metà del V sec a.C.) - Viene considerato come l'esempio più perfetto dell'architettura dorica templare in Italia e in Grecia. Basilica, di ordine dorico con diciotto colonne sui lati lunghi e nove sui corti. La cella, che è preceduta da un portico, è divisa in due navate da una fila di colonne. Basilica, il più antico, di ordine dorico con diciotto colonne sui lati lunghi e nove sui corti.

The Temple of Atena or temple of Ceres (about 500 BC), built about fifty years before the Temple of Neptune, consists of thirteen columns on the long sides and six on the short ones, with a large porch in front of the cell. The Temple of Neptune or Poseidon (mid-5th century BC) - It is considered to be the most perfect example of Doric Templar architecture in Italy and Greece. Basilica, of Doric order with eighteen columns on the long sides and nine on the short ones. The cell, which is preceded by a portico, is divided into two naves by a row of columns. Basilica, the oldest, of Doric order with eighteen columns on the long sides and nine on the short ones.

© Copyright 2021 Vincenzo Avagliano - All Rights Reserved Reproduction of the photos without permission is strictly prohibited.

Site was built with Mobirise